Il Parco Naturale Adamello Brenta è la più vasta area protetta del Trentino, situato nel Trentino occidentale, con i suoi 620,51 kmq comprende i gruppi montuosi dell'Adamello e del Brenta, separati dalla Val Rendena e compresi tra le valli di Non, di Sole e Giudicarie. E' interessato dalla presenza di 48 laghi e dal ghiacciaio dell'Adamello, uno dei più estesi d'Europa. L’ambiente del Parco è quello tipico dell’Arco alpino centro-meridionale, caratterizzato da boschi prevalentemente di aghifoglie che ricoprono le pendici dei monti fino a 1800m di altitudine. Al di sopra di questa quota le foreste, che occupano un terzo della superficie del Parco, lasciano il posto alle praterie alpine e alla vegetazione rupestre che si spinge fin oltre i 2500m.
Il territorio del Parco è estremamente articolato e diversificato: foreste di abeti, di faggi e di larici, prati trapuntati di fiori, praterie, pascoli, torrenti, torbiere e rupi inaccessibili. Alle alte quote i paesaggi sono spettacolari e unici, dominati dalla marcata diversità geologica e geomorfologica dei due massicci montuosi.Il verde mantello dei boschi di conifere è il tratto predominante e più caratteristico della copertura forestale del Parco. Una costante del paesaggio che richiama alla mente i selvaggi ambienti primigeni, ma anche una risorsa con la quale le comunità delle valli hanno intessuto un legame indissolubile.

  • 5 le specie di anfibi Esemplare di giovane gipeto
  • 11 le specie di rettili 
  • 15 le specie di pesci 
  • 18 il numero di coppie di aquile reali
  • 30 gli orsi
  • 48 i laghi 
  • 51 le specie di mammiferi
  • 117 le specie di uccelli nidificanti 
  • 620 la superficie in kmq
  • 700 i km di sentieri segnalati 
  • 1300 i cervi 
  • 1386 le specie floristiche 
  • 3600 i caprioli 
  • 7300 i camosci 
  • 25 milioni il numero di alberi superiori ai due metri

Spormaggiore ospita un piccolo Parco Faunistico dove il visitatore ha la possibilità di poter osservare da vicino
diverse specie di carnivori che trovano, o in alcuni casi trovavano, nelle nostre Alpi un ambiente ideale per vivere.All’interno del Parco sono ospitati alcuni esemplari di orso bruno, che qui trovano condizioni di vita vicine a quelle naturali. Il loro recinto si estende per circa 7000 metri quadrati in una zona tranquilla e naturalmente boscata.Nell’area sono presenti anche alcuni esemplari di lupo, uno dei più grandi carnivori autoctoni delle Alpi. L’area a loro destinata si estende su 3500 metri quadrati di bosco ed è dotata di due ampi osservatori che, essendo posizionati in modo strategico, vi consentiranno di osservare i lupi in condizioni di semi-naturalità. All’interno dei due recinti sono presenti piante di grandi dimensioni come faggi, abeti rossi e larici, zone cespugliate alternate a zone aperte e un piccolo ruscello con pozze e cascatelle che ben ricreano l’ambiente tipico di queste due specie.

Durante l’estate 2013, inoltre, il parco verrà stato ampliato con l’aggiunta di esemplari di lince, di volpe e di lontra; tutti e tre le specie di animali sono inseriti in ampi recinti arricchiti da strutture naturali quali rocce, alberi, ruscelli, laghetti e altro. Completano il Parco una fattoria con animali domestici, un punto ristoro/punto gadget, un laghetto alpino, un parco giochi per il divertimento dei più piccoli ed una sala video, con circa 20 posti a sedere, che permette la visione di documentari del Parco Naturale Adamello Brenta e dell’orso bruno.